Seguici sulla pagina Facebook Arte Bisiaca

Patrizia Devidè

Data e luogo di nascita: Monfalcone
Via Piave, 35 – MONFALCONE
Tel. 0481483841

Guarda la galleria

Contatta l'artista

Biografia

Nata nel 1955 a Monfalcone, Patrizia Devidè si è laureata in Lettere moderne all’Università di Trieste e diplomata nel 1982 all’Accademia di Belle Arti di Lubiana. La decisione di seguire gli studi artistici è stata determinata alla metà degli anni Settanta anche dall’incontro con Černigoj e dalle lezioni di grafica, pittura e storia dell’arte impartite dall’artista nel suo studio triestino. L’attività di Devidè si è inizialmente orientata verso una pittura astratta,con dipinti ad olio e a pastello,e si è successivamente concentrata sull’uso del monocromo,a cui l’artista attribuisce un forte valore espressivo. Dal 1995 Devidè ha iniziato a realizzare anche opere oggettuali e interventi in ambiente, in cui esprime la propria soggettività collocando nello spazio oggetti d’affezione o costruendo elementi plastici leggeri,con cui mette in relazione il suo carattere con il luogo dell’intervento. 

Recensioni

Con una costruzione del quadro spontanea, quasi “improvvisata”, la pittrice ci dà la sensazione che è lei stessa che si libera e si abbandona alla sensoriale percezione del colore, perciò le sue composizioni sono estremamente irrazionali o comunque sottomesse ad una particolare logica, per la quale tendono all’armonia che avviene e si realizza esplicitamente sulla base immaginaria. Perciò cerca di evitare la schematicità razionale; con il colore approfondisce la cosciente ricerca di nuove realtà. Il quadro “organizzato” in questo modo diventa così spazio di meditazione, ci permette la visione nella profondità della memoria, forma un’immagine del silenzio e una suggestione di estesi spazi. (…) Già dalla stratificazione della massa di colore è possibile capire che la Devidè percepisce il colore non soltanto come un avvenimento ottico, ma anche come una sostanza fisica e che lo vive in un modo primitivo ed elementare come un elemento misterioso ed incantevole. E’ così che dimostra un particolare credo nella pittura e si rifugia in questa, perché sente i colori come la ragione della propria esposizione pittorica, anzi il mezzo espressivo con il quale può testimoniare la propria esistenzialità.

           

Milko Rener

Mostre

Principali mostre personali

 

 

1983 

Galleria d’arte comunale “Alle antiche mura “(a cura di Milko Rener), Monfalcone (Go)

 

1990 

Pilonova galerija, , con Anj Tretjak, Ajdovčina(SLO)

      Juliet’s Room  (a cura di Maria Campitelli), Trieste

 

1991 

“Pastelli” ,associazione Graphiti 91, Arti Grafiche Elettroniche di Redfern P.D.,Gorizia

 

1995 

Galerija Na Vidmu, Ilirska Bistrica(SLO)

      Kulturni dom, Opicina

 

1996 

Libreria Cattolica, Gorizia

 

2000 

“In dono” ,libreria Equilibri, Gorizia

 

2001   

Ambienti Rosso dipinti ,Biblioteca Statale di Trieste

      Pitture presenze parole ,Biblioteca Statale Isontina, Gorizia

 

2004 

Z zaprtimi očmi- Ad occhi chiusi, Pilonova galerija, Ajdovsčina (SLO)

 

2005 

Galerija Velenje (SLO)

 

2009  

Rez-Taglio ,   Poslovni center Hit- Paviljon, Nova Gorica (SLO)

 

2011

Meduzina postelja – Il letto di Medusa, Galerija Meduza, Koper (SLO)

 

   

 

 

 

Principali mostre collettive

 

 

1981 

Mestna Galerija, Ljubljana(SLO)

      Dom kulture, Beograd

 

1982 

      Mestna Galerija, Ljubljana(SLO)

      Galerija Ars, Ljubljana(SLO)

      Kulturni dom, Nova Gorica(SLO)

 

1983 

Razstava mladih likovnih ustvarjalcev severne primorske, društvo Praska, Solkan,

      Tolmin, Idrija, Gorica

      Mostra collettiva del Circolo operatori visivi, Babna Hiša, Ricmanje (Trieste)

 

1984 

Mostra collettiva del Circolo operatori visivi, Kulturni dom, Gorizia

 

 

 

 

 

 

 

      1985

Galerija TK, Trieste

“Il rischio della pittura. Sotto i trenta dal Friuli Venezia Giulia e dal Veneto”,

galleria Sagittaria, Pordenone

      Galleria d’arte Morena, Tricesimo (Ud)

      Il Torchio, Gorizia

      Mostra collettiva del Circolo operatori visivi, Babna Hiša, Ricmanje (Trieste)

 

1986

“Il rischio della pittura. Sotto i trenta dal Friuli Venezia Giulia e dal Veneto”, Biblioteca

Civica, Maniago(Pn)

“Omaggio a Černigoj”, Kulturni dom, Gorizia

 

1987

8 marzo, Kulturni dom, Gorizia

Sagittaria. Opere della Galleria Permanente”, galleria Sagittaria, Pordenone

“Artiste contemporanee del Friuli Venezia Giulia”, Sala Roma, Monfalcone(GO)

“Oltre ogni nomenclatura…”, Kursaal, Jesolo (Ve)

“Concertato femminile”, Casa Veneta, Muggia (Ts)

 

1988

Kulturni dom, Gorizia

“Tempi di pace 1948- 1988”, Kursaal, Jesolo, Molo, Napoli, Belluno

 

1989

“Concertato femminile 2”, Palazzo Municipale, Concordia (Mo)

 

1991

      “Cieli”, Galleria Cristina Busi, Chiavari

“Donne”, Studio d’Arte EXIT, Gorizia

11. colonia di pittura, Svetschach, Austria

 

 

1992 

Associazione Culturale Ivan Grbec, Škedenj (Trieste)

      Associazione Culturale Jadro, Biblioteca comunale, Ronchi dei Legionari (GO)

 

1993 

“Incontro di dieci artisti goriziani”, Libreria cattolica, Gorizia

“Artisti per una cultura di pace”, Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi      Spazzapan”,Gradisca d’Isonzo (Go)

Artiste in Friuli Venezia Giulia. Parola e Silenzi”,Centro Friulano Arti Plastiche, Udine

 

 

 

 

1996

Babna Hiša, Ricmanje (Trieste)

Hicetnunc 96, le Bandiere dell’Arte, Valvasone(Pn)

Kulturni center Lojze Bratuž, Gorizia

Kulturni dom, Gorizia

 

1997 

“GoArt online”, Centro culturale L.Bratuž, Gorizia, Sala della Torre, Greve in Chianti (Fi)

 “Il Corpo.Immagine e percezione”, Casa della Comunità, Fagagna (Ud)

 

 

  1.  

Enajst goriških slikarjev, Poslovni center Hit, Nova Gorica (SLO)

Contemporanea ’98, Galleria Regionale d’Arte Contemporanea “Luigi Spazzapan”, Gradisca d’ Isonzo (Go)

 

1999 

Cento artisti per Sant’ Ambrogio, sala dell’ Oratorio San Michele, Monfalcone(Go)

“Artiste di confine. Arte femminile in Carnia, Carinzia e nell’Isontino tra ‘800 e ‘900”, Palazzo Frisacco, Tolmezzo (UD)

           

2001 

Arteoggetto ‘o1 xyz cmyk, Biblioteca comunale di Buja, Buja (Slo)

 

2004 

Extramoenia 5, modelli per lo spazio urbano, Monfalcone(Go)

 

2005 

Hicetnunc, giardino di Palazzo Rota, San Vito al Tagliamento (Pn)

 

2006 

Rassegna di arte contemporanea 06.07. Piazza Indipendenza, presso il Monumento ai caduti di tutte le guerre, Cervignano del Friuli (Ud)

 

2007 

A.Černigoj in njegovi učenci, Gorenski Muzej, Kranj (SLO)

 

2008 

Oljčni gaj z rdečo zemljo- Uliveto con la terra rossa, Galerija Herman Pečarič, Piran (SLO)

 

2009 

A letto con l’arte v postelju z umetnostjo, Palazzo Locatelli e Borgo San Daniele, Cormons(GO)

 

 

 

 

 

 

Interventi e opere in ambiente

 

1997 

“Proprietà privata”, Villa Pincherle, Trieste

 

1998 

Intervento permanente nella casa galleria di Oskar Kogoj, Miren(SLO)

Progetto per un’opera in mosaico nel cimitero di Sgonico, Trieste

 

2000 

Murales per il Muro delle cinque lingue, Piedimonte (Go)

 

      2008

Materinsko krilo/ Ala materna, intervento esterno permanente nella casa Lyra spazio creativo di Jože Kogoj, Miren (GO)

 

 

 

 

 

 

Edizioni d’arte

 

2001J. Paljk, “Kako je krko- Com’è fragile”, Gorizia, Goriška Mohorjeva

 

2002Galerje Imaginaire, quaderno d’arte n.2 d’après Černigoj, Trieste, Piazzetta Stendhal 1

 

2003   Soffio/ Dih, calendario 2004, Gorizia, Centro colori.



Contatta l'artista

Email:

Nome:

Oggetto:

Messaggio: