Seguici sulla pagina Facebook Arte Bisiaca

Laura Cristin

Data e luogo di nascita: San Pier d\'Isonzo
S.Martino, 6 – 33050 BAGNARIA ARSA (UD)
Tel. 0432928886 Sito web: www.lauracristin.it

Guarda la galleria

Contatta l'artista

Biografia

Sono nata a San Pier d'Isonzo il 13 giugno 1954. Dopo il diploma magistrale all'Istituto “S. Slataper” di Gorizia, ho lavorato per un anno come bibliotecaria, ho imparato l'inglese al City Lit di Londra (Arels Certificate), per impiegarmi poi come insegnante fino al 1993. Inizio a dipingere nei primi anni Ottanta, a olio su vetro ma ben presto sento la necessità di sperimentare tecniche e superfici diverse e di praticare murales, illustrazioni, arti plastiche. Sviluppo nel tempo un percorso molto personale che va dagli autoritratti (di oca) alle sculture sui generis di manichini (serie “MySELF” e “Mediterranea”) e alla progressiva definizione dell'identità di Sheren. Nel 2003 mi viene assegnata una visiting artist residency in Irlanda e scelgo di continuare/evolvere con la performance. Punti centrali della mia ricerca sono il mare, il viaggio (non-solo-metaforico), la musica, la libertà, la collaborazione con artisti sulla stessa lunghezza d'onda, nonché la necessità  – ogni tanto –  di riflettere e fare il punto (anche scrivendo) di così movimentate situazioni. Significativa la recente produzione di Stendardi da Viaggio: leggere non-solo-pitture su tessuto-non-tessuto dove fisso ricordi memorabili, incastonati nel dipinto-ricamo-rilievo in Braille. Partecipo inoltre a iniziative di mail art e fluxus a livello internazionale.

Recensioni

Il filo conduttore che lega e caratterizza il variegato fare artistico di Laura Cristin è l’analisi di ciò che circonda l’artista e dunque l’individuazione della propria identità. E’ un lavoro di scavo e di ricerca che Laura Cristin ha intrapreso fin dall’inizio del suo lavoro pittorico, prima con l’avventurarsi alla busca di una sperduta Alice in un mondo di fiabesca affabulazione ma poi con la coscienza di una discesa in territori sconosciuti di un novello Orfeo alla ricerca di questa identità. Tappa basilare della ricerca sono i manichini, sculture sui generis che evidenziano però certi modi d’essere della femminilità, ancorata sì alla terra, alla fisicità (tramite i supporti del piedistallo) ma pronta al sogno, al volo alto, all’idealità (il tutto che si stempera nei colori e sfuma nel paesaggio e nella natura). Essi sono perciò simboli corporei della realtà femminile e tramite essi si può interagire con la realtà stessa. Se prima l’artista si celava dietro il fare estatico ed ironico di un animale disistimato – l’oca – per esplorare il mondo, adesso con il manichino l’impatto con la realtà è immediato giacché avviene attraverso il corpo. Il manichino è allora il mezzo per rappresentare concretamente la realtà: l’acqua, il mare, il paesaggio (nel ciclo mediterranea tutto è acqua, ossia immersione, identificazione con la natura), o i luoghi della fatica quotidiana (il filo lucente delle lavoratrici del baco da seta delle nostre terre che rischiara il paesaggio e dà senso al duro lavoro), o la consapevolezza di sé (con l’identificazione della corporalità con vita nella serie MySELF = il mio SE’). Il manichino è dunque anche autobiografia dell’artista: è il suo porsi in relazione con lo spazio e il tempo, è l’immagine del senso più profondo del suo essere. E’, insieme, il filo che lega il passato al presente, è la ricerca delle tracce del tempo, è dare vita nuova e alito vitale al caduco e smorto busto del nostro manichino.

Tino Sangiglio 

Mostre

Principali mostre 1996-2014: “Letture fantastiche” nella Pinacoteca di San Pier d'Isonzo GO, “Il corpo: immagine e percezione” a Fagagna UD, “Plätze” a Minden DE, “acqueen” a Casier TV, “Identità per modelli sartoriali” a Turriaco GO, “Collezione Museo C. Zavattini” al Centro di Arte Contemporanea di Larissa EL, “I Promessi Sposi e la Città Promessa” a Milano, “SHE-SHirEn-Sheren” a San Daniele del Friuli UD, “La Bisiacaria a San Marco” al Palazzo delle Prigioni di Venezia e a Trieste. Nel 2014, “Lo Stracquo: l'arte che viene dal mare” a Ponza LT

Performance (dal 2003): Irlanda, Helsinki, Madrid, Germania, Città del Messico (performagia4 di UNAM), Londra (Biennale e the Foundry), Parigi (Père Lachaise), Belgrado (Art Fair), The Neatherlands, Sofia (at WTAF). S. Maria di Leuca LE, Firenze, Milano, Riola BO (Museo dei Tarocchi),  Bergamo (Museo di Storia), S. Severina KR (“Le arti del gesto”), Venezia e Ponza (“Sherena Velella”) in Italia

Etceteras: murales, libri, film/video, laboratori, conferenze, curatela etc. sono parte integrante della mia arte/vita. Murales a Castellana Sicula PA e Bordano UD. Dal 2005 mi capita di filmare performance o azioni d'arte estemporanee. I video che ne risultano stanno nel mio archivio e/o vengono pubblicati/spediti to whom it might concern. Ho partecipato a diverse edizioni del Magmart video festival/webmagazine  di Napoli  e all'evento messicano “07-07-07 para el dia del paraguas negro”. Ho tenuto la conferenza “L'identità come manufatto”  a performagia4 

Saggio critico di Tino Sangiglio in “ Pittori dell'anima”,Trieste, Istituto Giuliano di Storia e Documentazione, 2007

 

 

Mostre (Le personali sono indicate con P)

1982  partecipo alla prima collettiva a Monfalcone GO

1990  Museo “Zavattini” a Luzzara RE

1993 “Parola e silenzi” a Udine e “Oche”(P) a Palmanova

1995  (dal e fino al 2006) partecipo alle collettive del Centro Friulano Arti Plastiche di Udine

1996  “Letture fantastiche: illustrazioni, dipinti e cose” (P) nella Pinacoteca di San Pier d'Isonzo GO

1998  “Il corpo: immagine e percezione” a Fagagna UD, “Arte in contemporanea” a Latisana UD

1999 “Plätze” (P) a Minden DE, “Selezione artisti del museo di Luzzara” al Contemporary Art Center di Larissa EL, “L'irrompere del quotidiano nel sacro” a Spilimbergo UD, concorso internazionale “Il Garda e il Giubileo” in Veneto, a Roma e a Cavaillon FR, “Donne in Arte” a Pordenone (a cura di Enzo di Grazia), Biennale di Alessandria, “Dialoghi con la scultura” (a cura di A. Garlini) a Campolongo al Torre UD

2000 “acqueen” (P) spazio Juliet di Casier TV,  Scultura (P) a Cavasso Nuovo  PN, Personale ad  Asolo TV, “geniusloci” alla Casa del Marinareto di Piancada di Latisana UD

2001 “Identità per modelli sartoriali” (P) a Turriaco GO

2002 “Ars Foroiulana” a Isola SI, “I Promessi Sposi e la Città Promessa” (a cura di C. Bossi) a Sassetti Cultura di Milano

2004 “Artists of FUN”(a cura di P. Ciani) alla galleria Clocchiatti di Udine

2005 “Unclaimed luggage” al Circulo de Bellas Artes di Madrid, “ATCards” a Minden DE, Museo dei Tarocchi a Riola BO

2006 “draw_drawing” (a cura di G. Picca) a The Foundry e “Human Technology” (a cura di R. Lopes) a Synergy Gallery a Londra

2008 “SHE-SHirEn-Sheren” (P) a San Daniele del Friuli, “Pittori dell'anima” a Turriaco GO

2009 “The Irish Trip-tych” c/o Fzkke a Euskirchen DE; dal 2009 e fino al 2011 in diverse edizioni della Bienal Guadalupana

2010 “La Bisiacaria a San Marco” al Palazzo delle Prigioni di Venezia, mostra di illustrazioni (P) in Biblioteca Joppi a Udine, in “GenerAction” (a cura di R. Maggi) all' Università del Melo di Gallarate MI

2011”Scomposta testimone dell'Unità d'Italia” per studio Tufano a Milano, “La Bisiacaria a Trieste” (a cura di G. Bonomo)

2012 “Geography, Alice!” Galleria 3D a Venezia-Mestre, mostre itineranti “micro2” e “micro e-book” a cura di Microbo, Milano

2013 in “Drachen Museum” in Lindenfeld im Odenwald DE, “Collections” c/o Kunst-Kolonie-Veenhuizen NL, “Art20” (curator: Pjrio Heino) in Finland

2014 in “Lo Stracquo” a I Cameroni dei Confinati di Ponza LT, in “Focus Latin America: Art is Our Last Hope” al Phoenix Art Museum, Arizona, USA

 

Performance (La partecipazione dal vivo del pianista-musicista Dario Della Rossa è indicata con DDR)

2003  “in search of dolpHEn” al Centro de Arte Moderno di Madrid

2004  Galleria Huuto a Helsinki (con Illka-Juhani Takalo-Eskola), Venezia (con E. Morandi), San Giovanni al Natisone UD, S. Maria di Leuca LE

2005 Circulo de Bellas Artes a Madrid, Venezia, Rignano sull'Arno FI, “Passeggiata effimera” a Montegrotto Terme PD, Netmail festival a Minden DE, S. Maria di Leuca (con DDR) e Rodi Garganico in Puglia

2006 Borsa Internazionale del Turismo a Milano, Madrid, Brescia (nel progetto di Kika Bohr per la Maratona), Venezia, a Performagia4 a Città del Messico, a The Foundry, Synergy Gallery e Orleans House per London Biennale, “SherenaDa” a Camugnano BO (con DDR), Premio della Performance di Strada a Molinella FE

2007  Duino TS (con Dawn Redwood), Riola di Vergato BO (con DDR), festival “Oh, Africa!” a Minden DE

2008 “Garibaldi” al Museo Storico di Bergamo (a cura di E. Marino), “SonaDa per Trio” a S. Daniele del Friuli (con DDR e Dorothea Fayne), a Ballinskelligs IE, a “Le arti del gesto” (body performer in rivisitazione delle musiche di F. Landini di Mirko Onofrio, per il flauto di Eugenio Colombo, con DDR) a S. Severina KR

2009 “Nixe” c/o Fzkke a Euskirchen DE (con Azim Shabal Nawabi), Ravenna (con L. Maria Mino), festival “Train” a Minden

2010 “S_core” al Palazzo delle Prigioni di Venezia, Firenze, alla Fiera della Casa Moderna di Udine (a cura di A. Rusin)

2011 ad “Arte per Ambiente” a Palmanova UD, al “Poesy Pavillion” per 54 Biennale di Venezia, al Père Lachaise per R. Roussel (a cura di G. Broi) a Parigi, a “Le gabbie del tempo” di Kika Bohr a Milano e “Trine” ad aardverx a Londra

2012 “Just life” (con Joel Cohen) a New York, alla “Belgrade Art Fair” YU (a cura di Nenad Bogdanović), “tAbleau vivant for Alice” alla Galleria 3D a Venezia-Mestre

2013 “Fioritura” c/o Kunst-Kolonie Veenhuizen NL, Embassy Pavillion per 55 Biennale di Venezia e “Sirena Bulgara” al Water Tower Art Fest di Sofia BG

2014 “Danse du Tarot en F” al Père Lachaise di Parigi, “Sherena Velella” al Museo Civico di Ponza LT

2016 "Re-vault" per Goliarda re-diviva, tributo a Gogliarda Sapienza, Gaeta (LT)

 

Etceteras (murales, libri, film, laboratori, residenze d'artista, conferenze, curatela, etc.)

1979 dipingo un murales in un Children Playground a Leeds UK

1988 (dal e fino al 1996) collaboro con il mensile Disegnare & Dipingere versione italiana dell'americano The Artist's Magazine e con Splash: giochi creativi per ragazzi pubblicati dalla All Visuals di Milano

1990 partecipo al workshop Tabor likovnih samorastinikov a Trebnje SI

1995 partecipo con lo scrittore Angelo Signorelli al film di Televizija Slovenija ”La Storia del Cantastorie” (che viene girato nella mia casa-studio di Bagnaria Arsa e a Idria SI) con illustrazioni, quadri e pitture di scena. Vengono pubblicati alcuni libri (I Malandrins , lo specchio della luna, Muri di Farfalle a Bordano)

1996 conduco ( con A. Signorelli) un laboratorio creativo per i bambini di S. Pier d'Isonzo, documentato nel libro Album di Letture Fantastiche pubblicato dal Consorzio Culturale Pubblico del Monfalconese GO, dipingo il murales “Wunderwall” a Bordano UD, un particolare del quadro “Mangiatori di baguette” viene scelto per il manifesto de “La Festa del Pane” di Tolmezzo UD

1998 murales “The spirit of memory” a Minden DE per l' Open Air Gallery

1999 curo insieme al prof. Ion Bulei ”Vacanze Rumene”, mostra di pittura e scultura di Georgescu, Istrate e Mârginean a Villa Antonini-Belgrado di Saciletto di Ruda UD, il CISA di Gorizia pubblica il calendario “S-oggetti” con immagini di 12 mie opere commentate, sul tema del riciclo

2000 murales a Castellana Sicula PA, conduco un corso di aggiornamento (in 100 ore) di educazione all'immagine per gli insegnanti di Concordia Sagittaria VE, tre corsi di approcio all'arte vengono pubblicati in testi scolastici (Parole per te, B. Mondadori), contribuisco per la sezione didattica e le illustrazioni a un saggio dei Musei Provinciali di Gorizia (Fili di vita. Percorsi di lavoro femminile nel Goriziano tra Sette e Novecento, a cura di Loredana Panariti, Monfalcone GO, Edizioni della Laguna)

2001 l'illustrazione “Friuli D'OCa” viene segnalata ed esposta a Friuli DOC a Udine

2003 selezionata dal Cill Rialaig per la prima visiting art residency a Ballinskelligs IE, prendo parte a “Diarte” di I. Vitali proiettando nottetempo diapositive dalla finestra dello studio

2004 curo “Agane e Krivapete” (mostra collettiva, performance e CD) a S. Giovanni al Natisone UD per l'Istituto Tellini

2005 (dal) collaboro a “El Mail Tao” , magazine d'artista curato da Karl Friedrich Hacker, partecipo a diverse edizioni di Magmart video festival di Casoria NA che pubblica “Handmade Identity in A+” in Mag n. 2

2006 presento il saggio “Handmade Identity” a Performagia4 all'UNAM University di Città del Messico

2008 seconda visiting art residency al Cill Rialaig di Ballinskelligs IE

2009 illustrazioni per Miti, Fiabe e Leggende del Friuli storico n. 9 sono pubblicate da Chiandetti UD

2010 conduco il laboratorio-performance “Vestiti da Sirene” alla Biblioteca Joppi di Udine, per bambini fino a 6 anni

2013 scrivo le prime 20 brevi storie illustrate relative a progetti passati/presenti/futuri di arte/vita per il rinnovato sito www.lauracristin.it (online dal marzo 2014)

2014 partecipo ai (video) murales di studio.ra a Roma, sono nella giuria del concorso internazionale “Il merletto a Gorizia”, realizzo il libro d'artista “Sherena Velella” in 4 copie handmade

2017 partecipo Loonies Fest del Kingsley Hall di Londra dal 5 al 19 settembre.

 

Opere in collezioni

Museo “C. Zavattini” di Luzzara RE, Galerija Samorastinikov a Trebnje SI, Collezione di Palazzo Florio all'Università di Udine, Gallery Origins a Dublino IE, Synergy Gallery a Londra, Museo dei Tarocchi a Riola di Vergato BO, Pinacoteca Comunale di San Pier d'Isonzo GO, Banca Popolare di Cividale a Palmanova UD, Matteo Editore a Casier TV, Carte d'Artista a Spilimbergo UD, Centro de Arte Moderno a Madrid, Collezione Caroli a Gallipoli LE, collezioni libri d'artista delle Officine Creative di Marano di Napoli, CABA di Conselice di Ravenna, Fundación del Garabato di Angera e Saragozza, collezione Emre Soykan a Kyrenia Cipro, Netmail a Minden DE,  Garage n. 3 Gallery a Venezia-Mestre, Tarot Alchemy Collection di Adam McLean a Glasgow UK, archivi Fluxus e Mail Art negli Stati Uniti e in altre collezioni private

 

Documentazione

Laura Cristin, testi di Marzio Dall'Acqua, Sergio Molesi, Susanna Busnelli, Elena Bosazzi, Laura Cristin, Udine, Juliagraf, 1993

Pittori dell'anima, Tino Sangiglio, Trieste, Istituto Giuliano di Storia e Documentazione, 2007

Allgemeines Künstlerlexicon (Monaco e Lipsia, 1998), Archivio per l’Arte Italiana del Novecento di Firenze, Archivio storico degli artisti della Bisiacaria di Turriaco GO, Archivio DOCVA a Milano, Museo “C. Zavattini” di Luzzara RE, cataloghi di mostre collettive, “Mindener Stadt Anzeiger”, “Kölner Stadt Anzeiger”, “MeQRiMa” n.1 di Rita Mascialino, Cleup PD, “Agenda Friulana 2002”  e Scrivendo d'arte  di Vito Sutto UD, “Farepoesia” di T. Truglia PV, Juliet e Flash Art, altre recensioni di Sabrina Zannier, Livio Sossi

In rete è presente ampia documentazione



Contatta l'artista

Email:

Nome:

Oggetto:

Messaggio: