Seguici sulla pagina Facebook Arte Bisiaca

Walter Dusatti

Data e luogo di nascita: 1930 - Turriaco
Via M. Verzegnassi, 8 – PIERIS
Tel. 048176034

Guarda la galleria

Contatta l'artista

Biografia

E’ nato a Turriaco nel 1930 è scomparso nel marzo del 2012 a Pieris dove da tempo viveva. Ha frequentato l’Accademia d’Arte di Padova e ha iniziato giovanissimo a dipingere tenendo le prime personali a Monfalcone nel 1954. Ordinario di disegno nelle scuole medie, oltre a partecipare a mostre collettive, ha allestito numerose personali in

Italia e all’estero, in particolare in Germania e in Austria dove costante è la sua collaborazione con la Galleria Otto di Vienna.

Recensioni

I soggetti preferiti di Walter Dusatti sono inconfondibili e di lettura godibilissima, chiara e limpida per tutti: i silenziosi, assorti, ovattati paesaggi, dormienti sotto la neve o nel meriggio assolato; le nature morte con i vasi di fiori e con gli oggetti antichi – utensili in rame, lumi a petrolio, mantici, strumenti musicali tolti dall’oblio – a ricordo della vita dei nostri vecchi. I quadri di Dusatti sono brevi racconti delle cose del tempo che fu di gozzaniana memoria ma che hanno riempito e scandito i battiti di una vita passata; e in questo assumono la dignità della ricerca delle cose di un tempo, di ciò che erano e significavano un tempo; e con le cose, le terre, i paesaggi: il Friuli, la Bisiacaria di un tempo. Così gli interni con le nature morte sono trattati con finezza e finitezza sulle orme della pittura fiamminga rivisitata in chiave novecentista mentre i paesaggi sono risolti alla maniera romantica, ossia con una trasfigurazione poetica della realtà tesa a cogliere l’atmosfera, l’impressione, caso mai con un sapore vagamente iperrealista ma non surrealista giacché Dusatti lascia sempre un ampio spazio alla fantasia, a

volte con un recupero del realismo secentesco, interpretato con un’ottica quasi fotografica, analitica e lenticolare che nel rilevante scrupolo disegnativi alla Sciltiàn sfiora talora gli effetti del trompe-l’oeil. Sono, i suoi, racconti delle cose di ieri perché possano vivere ancora oggi, per preservare la memoria del passato: e lo fanno con poesia e con una punta di malinconia dai toni sottili e sfumati, ma sempre magistrali.

Tino Sangiglio

Mostre

Principali mostre

 

1971

Galleria Il Ventaglio, Udine

Galleria Michelangelo, Mestre

 

1972

Galleria d’arte moderna Russo, Trieste

 

1973

Galleria Pro Loco, Gorizia

Galleria La roggia, Pordenone

 

1975

Galleria Simonetta, Bergamo

 

1976

Galleria “La quercia”, Ronchi dei Legionari

 

1977

Kulturni Dom, Gorizia

 

1977,1983, 1989

Galleria S. Elena, Trieste

 

1985-86

Galleria Grandi Maestri, Grado

 

1985, 86, 87, 1993-94

Galleria Kuperion, Merano (BZ)

 

2009

Artisti in vetrina, Turriaco (Go)

 

2010

Mostra collettiva “La Bisiacaria a San Marco”, Venezia, Ronchi dei Legionari (Go) e Turriaco (Go)

 

2011

Mostra collettiva“La Bisiacaria a Trieste”, Palazzo del Consiglio Regionale, Trieste

 

2013

“Poesia su tela” personale antologica, Sala Consiliare, Turriaco(Go)

 

2015

“Quarantasette opere per quarantasette storie” Mostra collezione, La Corte dell’Arte, Gorizia



Contatta l'artista

Email:

Nome:

Oggetto:

Messaggio: